Valorizzazione

Iren Ambiente dispone di impianti di valorizzazione del rifiuto, ossia impianti dove è possibile recuperare gli scarti, reinserendoli nel ciclo produttivo.

La società gestisce sistemi di valorizzazione della frazione umida, ossia impianti di  compostaggio, e impianti che selezionano e recuperano le diverse componenti dei RAEE - Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche. 

Ogni fase dei vari processi di valorizzazione è monitorata, al fine di garantire la piena tracciabilità e verificabilità del rifiuto e ogni attività è svolta nel pieno rispetto dell'ambiente e della sicurezza dei lavoratori.

Impianti di compostaggio Reggio Emilia

Si tratta di due impianti, di cui uno situato nella zona industriale di Mancasale, l'altro a Cavriago. Complessivamente, sono autorizzati a gestire 7.000 t/a.

Biodigestore di Cairo Montenotte (SV)

L'impianto svolge il trattamento della frazione organica dei rifiuti da raccolta differenziata inviata a digestione anaerobica.

Recupero materia La Loggia (TO)

L’impianto è situato in provincia di Torino, è autorizzato in R3, R12 e R13 per lavorare 47.300 ton/anno di rifiuti speciali non pericolosi.

Recupero materia Pianezza (TO)

L’impianto è autorizzato in R3, R12 e R13 per lavorare 66.036 ton/anno di rifiuti speciali non pericolosi.

Recupero materia Assemini (CA)

L’impianto di recupero materia di Assemini è autorizzato all’attività di recupero rifiuti non pericolosi, in regime di procedura semplificata, relativamente all’esercizio dell’operazione di messa in riserva (R13) e trattamento (R3) della quantità massima di 9.500 ton/anno.

Recupero materia Sant'Ambrogio (TO)

L’impianto di recupero materia di Sant’Ambrogio di Torino è autorizzato all’attività di messa in riserva/recupero di rifiuti non pericolosi (R3 e R13) per lavorare una quantità massima di 13.545 ton/anno.