Raccolta rifiuti durante emergenza CV19

In linea con quanto stabilito dall’Istituto Superiore di Sanità, forniamo ai cittadini le corrette indicazioni sulle modalità di conferimento dei rifiuti domestici durante l'emergenza COVID19.

Alleghiamo, inoltre, il vademecum dell'Istituto Superiore di Sanità

Rifiuti e COVID19 in Emilia

Se si è POSITIVI al CORONAVIRUS o si è IN QUARANTENA OBBLIGATORIA

  • non differenziare i rifiuti casalinghi sino al risolversi della situazione di contagio; quindi: conferire tutti i rifiuti (plastica, vetro, carta, umido, metallo e indifferenziata) nel rifiuto residuo
  • il conferimento dovrà avvenire utilizzando due o tre sacchetti resistenti, posti uno dentro l’altro, all’interno del contenitore utilizzato per il rifiuto residuo, se possibile a pedale.

Ove sia utilizzato il sacchetto con il chip o codice identificativo, quest’ultimo sacchetto dovrá essere quello esterno. Anche i fazzoletti o i rotoli di carta, le mascherine, i guanti e i teli monouso dovranno essere gettati nello stesso contenitore per il rifiuto residuo

Occorre sempre avere l'avvertenza di indossare guanti monouso: i sacchetti vanno ben chiusi senza schiacciarli con le mani, utilizzando lacci di chiusura o nastro adesivo. Una volta chiusi i sacchetti, i guanti usati vanno gettati nel nuovo sacchetto preparato per il rifiuto residuo. Subito dopo bisogna lavarsi accuratamente le mani. Gli animali da compagnia non devono accedere al locale in cui sono presenti i sacchetti di rifiuti.

La raccolta di tali rifiuti indifferenziati avverrà con le consuete modalità in essere, mantenendo inalterate le frequenze del servizio. Qualora gli utenti serviti con la raccolta porta a porta avvertano la necessità di avere una raccolta supplementare, potranno richiedere un servizio aggiuntivo settimanale inviando una mail ad ambiente.emilia@gruppoiren.it oppure telefonando al Numero Verde 800 212607, attivo tutti i giorni feriali dalle 8 alle 17 e il sabato dalle 8,30 alle 13,00. Si raccomanda di utilizzare la modalità del passaggio complementare in casi di oggettiva difficoltà e ciò anche al fine di garantire la più generale copertura del servizio in tutto il territorio.

Per tutte le altre utenze in cui non sono presenti soggetti positivi, in isolamento o in quarantena obbligatoria

La raccolta differenziata va invece proseguita normalmente. Come raccomandato dall’ISS eventuali guanti monouso, mascherine e fazzoletti di carta utilizzati vanno però conferiti nel rifiuto residuo.

Altre disposizioni generali

A partire da lunedì 20 aprile, sarà nuovamente possibile prenotare il servizio di ritiro a domicilio dei rifiuti ingombranti, che era stato temporaneamente sospeso a causa dell’emergenza coronavirus. Chi volesse usufruirne, potrà prenotare il servizio tramite il Customer Care Ambiente di Iren, telefonando al Numero Verde 800.212607, attivo dal lunedì al venerdì dalla ore 8,00 alle ore 17,00 ed il sabato dalle ore 8,00 alle ore 13,00, oppure inviando una mail all’indirizzo ambiente.emilia@gruppoiren.it.

Rammentiamo, inoltre, che coloro che avessero già effettuato una prenotazione prima della sospensione del servizio, dovranno nuovamente contattare il Customer Care per ridefinire il calendario del ritiro.

PARMA: da lunedì 18 maggio riaprono i centri di raccolta di via Lazio e via Simonini; riapre, inoltre, a orario normale il Punto Ambiente di strada S. Margherita:

  • sarà aperto dal lunedì al sabato dalle 8 alle 14,
  • il giovedì effettuerà il consueto orario prolungato dalle 8 alle 17.

Gli accessi degli utenti riprenderanno con le consuete modalità, fatte salve le procedure di sicurezza richieste per la gestione dell'emergenza: gli utenti dovranno esser obbligatoriamente provvisti di mascherina e gli accessi saranno regolamentati dagli operatori di sportello.

A Reggio Emilia, invece, il Punto Ambiente di Piazza della Vittoria sarà aperto dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 13,30

I Centri di raccolta potranno, a seconda delle disposizioni adottate dai singoli Comuni, subire modifiche di orari o di apertura: si consiglia, pertanto, di verificarne la disponibilità presso il proprio Comune di residenza.

Si raccomanda a tutti i cittadini, per il conferimento di rifiuti ingombranti, di limitare l'accesso ai centri di raccolta che, come esplicitato, potranno subire ridimensionamenti e costituiscono imprescindibile punto per assicurare il “conferimento dei rifiuti delle attività produttive assimilate alle utenze domestiche il cui esercizio non è interrotto durante l’emergenza”.

Per tutti i dettagli, scarica la cartolina dedicata 

Rifiuti e COVID19 a Torino

A partire da giovedì 21 maggio i centri di raccolta riapriranno nuovamente al pubblico con i consueti giorni e orari antecedenti all’emergenza epidemiologica del Covid 19 e senza alcuna limitazione in merito alla tipologia di rifiuti conferibili

Per garantire la sicurezza di operatori e cittadini ed evitare assembramenti, rimarranno valide le regole di sicurezza già in vigore: sarà fatto entrare solo un numero limitato di veicoli alla volta sulla base della grandezza dei diversi centri di raccolta Amiat e sarà assolutamente vietato l’accesso a chiunque abbia febbre o altri sintomi influenzali.

Per accedere ai centri di raccolta Amiat e per tutto il periodo di permanenza negli stessi rimarrà sempre obbligatorio l’utilizzo della mascherina e dei guanti, nonché il mantenimento di una distanza di sicurezza di almeno due metri dalle altre persone, rispettando tutte le disposizioni delle Autorità e di Amiat.

Gli utenti in attesa davanti ai centri di raccolta dovranno aspettare all’esterno del centro il proprio turno senza scendere dal mezzo. 

Si ricorda infine che lo scarico del materiale, dovrà sempre essere svolto autonomamente, limitando il più possibile il tempo di permanenza nell’impianto

Rimane attivo il servizio di raccolta a domicilio dei rifiuti ingombranti, prenotabile tramite il numero verde 800.017277 (attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 17.00) o tramite l’apposito form on line sul sito amiat.it.

Vista l’emergenza in atto, si invita a richiedere lo stesso solo per casi di estrema necessità.
 

Se si è POSITIVI al CORONAVIRUS, in ISOLAMENTO o IN QUARANTENA OBBLIGATORIA

La raccolta differenziata di tutti i rifiuti domestici deve essere interrotta.

Tutti i rifiuti, tra cui fazzoletti di carta, carta in rotoli, teli monouso, mascherine e guanti, devono essere equiparati a rifiuti indifferenziati e pertanto raccolti e conferiti insieme. 

La raccolta di tali rifiuti indifferenziati, confezionati e conferiti secondo le modalità dettate dall’ISS, avverrà nel normale circuito di raccolta in essere, mantenendo inalterate le frequenze del servizio.

In tali casi si richiede inoltre di:

  • Per il conferimento utilizzare almeno due sacchetti resistenti uno dentro l’altro o in numero maggiore in dipendenza della loro resistenza meccanica
  • Confezionare i rifiuti in modo da non danneggiare e/o contaminare esternamente i sacchi, utilizzando guanti monouso, e chiudere adeguatamente i sacchi senza schiacciarli, nè comprimerli con le mani. I guanti monouso utilizzati per l’operazione dovranno essere tolti rovesciandoli ed essere eliminati nel successivo sacco di rifiuti indifferenziati, avendo cura di lavarsi bene le mani.
  • Ogniqualvolta siano presenti oggetti taglienti e/o pungenti (es. oggetti o frammenti in vetro o metallo), eseguirne il conferimento nell’indifferenziato con particolare cura (es. avvolgendoli in carta) per evitare di produrre squarci dei sacchi.  
  • Evitare l’accesso di animali da compagnia ai locali dove sono presenti sacchetti di rifiuti.
     

Per tutte le altre utenze in cui non sono presenti soggetti positivi, in isolamento o in quarantena obbligatoria

La raccolta differenziata va invece proseguita normalmente. Come raccomandato dall’ISS eventuali guanti monouso, mascherine e fazzoletti di carta utilizzati vanno però conferiti nell’indifferenziato, preferibilmente in doppio sacco.

Per tutti i dettagli, scarica la cartolina dedicata e visita amiat.it 

Rifiuti e COVID19 a Vercelli e provincia

ASM Vercelli informa che a partire dal 19 maggio i centri di multiraccolta di C.so Papa Giovanni Paolo II e di Via Ettore Ara, riapriranno nuovamente al pubblico con i consueti giorni e orari antecedenti all’emergenza epidemiologica  del Covid 19 e con nessuna limitazione in merito alla tipologia di rifiuti conferibili.

Nello specifico, i giorni e gli orari saranno i seguenti:

  • il centro di multiraccolta di C.so Papa Giovanni Paolo II sarà aperto lunedì solo nel pomeriggio dalle 14:00 alle 16:45, dal martedì al venerdì dalle 8:30 alle 11.45  e dalle 14.00 alle 16.45, sabato dalle 9.00 alle 11.45 e dalle 14.00 alle 17.45
  • il centro di Via Ettore Ara sarà aperto tutti i martedì, giovedì e sabati dalle 9.00 alle 11.45  e dalle 14.00 alle 16.45.


Con l’occasione si sottolinea inoltre che resta comunque attivo il servizio di prenotazione online ritiro ingombranti, compilando l’apposito modulo on line su asmvercelli.it o chiamando il numero verde 800 777171, attivo dal lunedì al giovedì dalle 8.30 alle 17.00 e il venerdì dalle 8.30 alle 12.30.

Si ricorda infine che, per garantire la sicurezza di operatori e cittadini, la riapertura dei centri di multiraccolta è subordinata al massimo rispetto delle sottoriportate indicazioni:

  • Ingresso consentito solo a 2 persone alla volta e divieto assoluto di accesso a chiunque manifesti febbre o altri sintomi influenzali.
  • Per accedere al centro si dovrà rimanere in attesa del proprio turno all’esterno dello stesso senza scendere dal mezzo. Lo scarico del materiale inoltre dovrà essere svolto autonomamente limitando il più possibile il tempo di permanenza nel sito.
  • Divieto di abbandonare i rifiuti fuori dal cancello del centro.
  • Obbligo di accesso al centro con guanti e mascherine e mantenimento della distanza di sicurezza di almeno 1,5 metri dalle altre persone.

A tal proposito, in considerazione del massivo utilizzo di dispositivi di protezione usa e getta causato dall’emergenza Covid 19, ASM Vercelli raccomanda il corretto smaltimento di guanti e mascherine usati negli appositi contenitori dell’indifferenziato o, fuori casa, nei cestini stradali.

È inoltre opportuno che i guanti siano rivoltati uno dentro l’altro e le mascherine vengano rinchiuse a pacchetto utilizzando gli elastici laterali.

Il mancato rispetto delle regole sopra indicate, oltre a rappresentare un comportamento di abbandono incontrollato di rifiuti sanzionabile dalla normativa vigente, costituisce un pericolo per l’igiene collettiva, con aumento dei rischi di infezione.
 

Se si è POSITIVI al CORONAVIRUS, in ISOLAMENTO o IN QUARANTENA OBBLIGATORIA

  • non differenziare i rifiuti di casa, inserirli in un doppio sacchetto, avendo cura di inserirvi eventuali fazzoletti, guanti o mascherine usate
  • il doppio sacchetto, ben chiuso, va poi conferito nel contenitore della raccolta indifferenziata.


La raccolta di tali rifiuti indifferenziati, confezionati e conferiti secondo le modalità dettate dall’ISS, avverrà nel normale circuito di raccolta in essere, mantenendo inalterate le frequenze del servizio.

Per tutte le altre utenze in cui non sono presenti soggetti positivi, in isolamento o in quarantena obbligatoria:

La raccolta differenziata va invece proseguita normalmente. Come raccomandato dall’ISS eventuali guanti monouso, mascherine e fazzoletti di carta utilizzati vanno però conferiti nell’indifferenziato, preferibilmente in doppio sacco.

Le regole di conferimento valgono per tutti i comuni serviti da ASM Vercelli e da San Germano in Piemonte. 

Per tutti i dettagli, scarica la cartolina dedicata e visita asm.it