INFO TARI

In questa sezione sono disponibili le informazioni relative alla Tassa/Tariffa rifiuti per i comuni che hanno affidato le attività di gestione ordinaria e accertamento a Iren Ambiente o Acam Ambiente. In particolare sono consultabili: i Regolamenti Comunali, le tariffe in vigore, le delibere approvative tariffarie, la modulistica e un elenco delle domande più frequenti con le relative risposte - FAQ.

Ricordiamo che le modalità di applicazione della Tassa/Tariffa rifiuti, in particolare le relative scadenze di pagamento e il numero delle rate di versamento sono stabilite dai comuni con proprio provvedimento. 


Come pagare la Tassa/Tariffa rifiuti

Il versamento del tributo deve avvenire entro la scadenza definita dal Comune indicata nel documento di riscossione ricevuto tramite posta ordinaria o mediante pec o attraverso la app Iren You. Solitamente, il tributo viene liquidato in due rate semestrali.

 

Per la TASSA RIFIUTI

Il pagamento della TARI deve essere eseguito tramite il modello F24 semplificato allegato al documento di riscossione inviato ai contribuenti da effettuarsi negli uffici postali o bancari (anche online e senza addebito di commissioni) o nella tabaccherie convenzionate con banca ITP tramite il codice a barre riportato in fondo al modello F24.

Verifica dei dati del modello F24

Essendo relativo a un tributo, il modello F24 deve essere controllato a cura del contribuente; invitiamo pertanto i cittadini a verificare tutti i dati presenti nel documento. Nel caso si riscontrasse qualche inesattezza, chiediamo al contribuente di NON UTILIZZARE il modulo errato ma procedere a compilarne uno nuovo con tutti i dati corretti: è possibile farlo direttamente da questa pagina: Modello F24 semplificato

 

Per la TARIFFA CORRISPETTIVA

Il pagamento della Tariffa Corrispettiva può essere eseguito:

  • utilizzando il bollettino postale allegato alla fattura presso gli uffici postali o presso gli sportelli bancari presenti nei Comuni serviti da Iren;
  • tramite bonifico bancario, riportando le coordinate indicate sulla fattura negli estremi di pagamento;
  • tramite addebito diretto sul proprio conto corrente bancario mediante domiciliazione bancaria SEDA;
  • con carta di credito;
  • attraverso i circuiti SISAL e punti LIS di Lottomatica Servizi e presso le casse abilitate dei punti vendita COOP e ERIDANA della provincia di Parma, Piacenza e Reggio Emilia.
     

Ricezione elettronica dei documenti

In attuazione anche delle recenti disposizioni di facilitazione dei rapporti con l’utenza è possibile:

  • utilizzare l’app IrenYou, scaricabile gratuitamente su iOS e Android, che rende disponibili i documenti di riscossione emessi e il relativo stato dei pagamenti;
  • inoltrare all’indirizzo clienti.er@gruppoiren.it una richiesta di attivazione della ricezione elettronica dei documenti di riscossione (avviso di pagamento/fatture), specificando l’indirizzo di posta elettronica o pec (per le attività non domestiche) a cui si intende ricevere la documentazione e allegando copia di un documento valido d’identità del firmatario.

 

Ricordiamo, infine, che alla sezione Contatti TARI sono disponibili tutti i recapiti dedicati alle operazioni su Tassa/Tariffa Rifiuti e che alla pagina Trasparenza sono elencate tutte le informazioni disponibili agli utenti.


 

Seleziona il tuo comune e clicca sul tasto CERCA

contenuti in evidenza

  • ATERSIR - Agenzia Territoriale dell'Emilia Romagna per i Servizi Idrici e Rifiuti - ha pubblicato le Delibere di Consiglio Locale delle provincie di Parma, Piacenza, Reggio Emilia, riferite ai Piani Finanziari del Servizio Rifiuti Urbani anno 2019.
     

    Delibera della provincia di Parma

    Delibera della provincia di Piacenza

    Delibera della provincia di Reggio Emilia

  • Nell’area Sistemi di Gestione del sito è disponile la nuova Carta dei Servizi riferita al Servizio di Gestione dei Rifiuti Urbani ed Assimilati, approvata da ATERSIR con Delibera di Consiglio d'Ambito n°13 del 07/04/2016 e adottata da Iren Ambiente dal 01/01/2017.

    Carta dei Servizi Iren Ambiente

  • Iren Ambiente informa che, come previsto dai Regolamenti Comunali per la gestione del Tributo TARI, anche per l'anno 2019 le imprese potranno accedere allo sconto avvio al riciclo a fronte di smaltimento di rifiuti assimilati all’urbano (es. carta, cartone, plastica, vetro, legno...).
     

    Per beneficiare dello sconto è necessario presentare:

    - Copia del MUD
    - Copia leggibile dei formulari di identificazione (art. 193 D.lgs 152/2006) dell’anno 2017
    - Attestazione ditta autorizzata che ha effettuato il recupero
    Modulo di richiesta dello sconto compilato in tutte le sue parti
    - Fotocopia del documento di identità del legale rappresentante.
     

    La comunicazione dovrà essere consegnata entro il termine previsto dal regolamento TARI del comune di riferimento (consulta la tabella con le scadenze), secondo le seguenti modalità:
    - attraverso l'e-mail: sportelloimpreseTARI@gruppoiren.it
    - via pec all’indirizzo: clienti.er@pec.irenambiente.it
    - via fax al n. 0521 248968
    - a mezzo posta ordinaria
    - consegnandola presso gli sportelli Iren.


    Lo sconto verrà riconosciuto nel primo avviso di pagamento del 2020, contestualmente al conguaglio 2019.
     

    ATTENZIONE

    I Contribuenti del Comune di Traversetolo, per la modulistica e informazioni dovranno rivolgersi direttamente agli sportelli del Comune il lunedì, mercoledì e sabato dalle 8.30 alle 12.30, contattare il numero di telefono: 0521.344524 oppure scrivere all'indirizzo: pagani@comune.traversetolo.pr.it.

        Modulo di richiesta sconto avvio al riciclo

  • In questa sezione è possibile consultare e scaricare un esempio di avviso di pagamento per la Tassa/Tariffa Rifiuti

Regolamenti e tariffe

Il comune, tramite atti deliberativi, approva annualmente le tariffe TARI in vigore e l’istituzione o la modifica del Regolamento per l’applicazione del Tributo sui Rifiuti. Di seguito vengono pubblicati gli allegati a tali delibere comunali.

Modulistica

I moduli raccolti in questa sezione possono essere validi per tutti i comuni in gestione ad Iren Ambiente oppure essere specifici per il comune selezionato. Si invita il contribuente a leggere attentamente le indicazioni riportate sul singolo modulo in merito ai campi obbligatori e alle modalità di restituzione.

faq

  • In questa sezione è disponibile un elenco delle domande più frequenti con le relative risposte: è anche possibile scaricare l'elenco in pdf cliccando sul link  FAQ

  • La Legge di stabilità 2014 (Legge 27 dicembre 2013 n. 147 e smi) ha istituito la IUC (Imposta Unica Comunale) di cui la TARI (Tassa sui Rifiuti) è una componente.

    La TARI è la Tassa sui Rifiuti entrata in vigore in tutti i comuni italiani a partire dal 1.1.2014 destinata alla copertura integrale dei costi relativi al servizio di gestione dei rifiuti urbani e dei rifiuti assimilati conferiti al servizio pubblico. Il servizio comprende lo spazzamento, la raccolta, il trasporto e il trattamento (recupero, riciclo, riutilizzo e smaltimento dei rifiuti). La norma prevede che la TARI possa essere applicata attraveso diverse modalità.

    I comuni nella generalità continuano ancora la TARI (tradizionale) in continuità con i precedenti prelievi (TARSU, TIA, TARES), mentre gli altri hanno sistemi di raccolta Puntuale che controlla la conformità dei conferimenti del rifiuto indifferenziato, applicando metodi di calcolo incentivanti i criteri virtuosi delle utenze che differenziano i rifiuti e diminuiscono la produzione a smaltimento. Alcuni comuni hanno deliberato di affidare la gestione della Tariffa Rifiuti con la misurazione della quota variabile dei rifiuti indifferenziato nella modalità corrispettiva al Gestore, si parla in questo caso di TARIP, ovvero la Valuta Puntuale a corrispettivo .

  • Il comma 668 della legge 147/2013 prevede che “I comuni che hanno realizzato sistemi di misurazione puntuale di rifiuti conferiti al servizio pubblico che prevede l'assunzione di un prelievo applicato e riscosso dal soggetto affidatario del servizio di gestione dei rifiuti urbani ” - IREN AMBIENTE o ACAM AMBIENTE. 

  • I Criteri sono:

    • l'art. 1 dal comma 639 al comma 706 della Legge 147/2013
    • DPR 158/1999
    • disposizioni degli Enti Regolatori (es. ATERSIR, ARERA)
    • i Regolamenti approvati con apposite delibere del Consiglio Comunale, da cui discendono le tariffe annuali. Le rispettive Delibere e Regolamenti sono disponibili sul sito alla sezione Info TARI  selezionato il Comune di appartenenza.