Impianti di compostaggio Reggio Emilia

Si tratta di due impianti:

Impianto di compostaggio di Mancasale

Situato vicino all’impianto di depurazione e al centro di raccolta del Gruppo Iren, è autorizzato a smaltire 5.000 t/a di rifiuti non pericolosi “verdi”, ossia sfalci e potature. L’impianto non tratta altre tipologie di rifiuti organici , né fanghi di depurazione.

Il compost prodotto dall’impianto viene messo a disposizione gratuitamente nei centri di raccolta di Iren in Emilia.

L’intera superficie sulla quale sono condotte tutte le operazioni è costituita da una soletta di cemento armato impermeabilizzata dello spessore medio di circa 20 cm, dove la decomposizione avviene tramite un processo naturale di cumulo su platea all’aperto, con periodico rivoltamento meccanico con pala e periodica aggiunta di acqua per il ripristino del tenore di umidità ottimale per la prosecuzione del processo.

Le acque meteoriche di dilavamento che incidono sulla superficie dell’impianto, sono captate da una rete di canalette grigliate che circonda l’intera area della piattaforma di compostaggio e convogliati nel depuratore di Mancasale. 

Impianto di compostaggio di Cavriago

Situato in via delle Nove Biolche a Cavriago, in provincia di Reggio Emilia, è autorizzato a smaltire un massimo di 2.000 t/a di rifiuti non pericolosi “verdi”, ossia sfalci e potature.