Impianto di trattamento Forsu di Territorio e Risorse (Santhià)

L’impianto di trattamento Forsu di Territorio e Risorse a Santhià produce compost di qualità a partire dagli scarti organici di cucina e, utilizzando la digestione anaerobica, biogas e quindi biometano da immettere in rete.

La sinergia di queste due soluzioni di trattamento limita gli impatti ambientali e ottimizza al massimo i processi gestionali e di recupero dei rifiuti, rappresentando di fatto lo stato dell’arte delle tecnologie nell’ambito del recupero dei rifiuti.

A seguito dell’autorizzazione all’ampliamento dello stabilimento ottenuta nel 2021 l’impianto può servire un bacino di 730.000 abitanti nella zona Piemonte Nord.

L’ impianto è stato progettato per ottenere i seguenti obiettivi:

  • compatibilità ambientale: tutte le operazioni si svolgono in ambiente chiuso e posto in depressione. Non vengono rilasciati nell’ambiente esterno né odori né polveri.
  • ridotti costi di gestione e manodopera grazie alla completa automazione dell’impianto. L’automazione porta anche a benefici per la salute e la sicurezza evitando agli operatori l’accesso alle aree di trattamento dei rifiuti.
  • bassi consumi energetici grazie all’utilizzo di attrezzature a recupero energetico (carroponte).

La Digestione Anaerobica si affianca al compostaggio come suo naturale complemento. I due processi sono organizzati in serie: nella prima fase la frazione organica subisce una degradazione biologica a caldo e in assenza di ossigeno, che produce biogas (principalmente metano) e un prodotto solido intermedio, il digestato. Nella seconda fase il digestato si trasforma in compost, completando il ciclo di recupero del rifiuto.