Attività


Informazioni
On Line

Vuoi avere informazioni sullo smaltimento rifiuti, sul recupero del materiale, sui nostri impianti...?

int

Accedi al servizio di informazione on-line per porre le tue domande e ricevere direttamente le risposte

Accedi al servizio


Home
feed Feed RSS

Cerca




Caratteristiche e funzionamento

Il fondo della discarica opportunamente modellato, viene impermeabilizzato mediante una guaina in HDPE da 2 mm e 1 metro di argilla compattata. Viene poi eseguita una platea drenante costituita da uno spessore di 50 cm, di ghiaia lavata con all'interno tubi macrofessurati per la raccolta del percolato (liquido che si forma dal contatto delle acque piovane con i rifiuti) che ogni giorno viene prelevato, canalizzato e avviato alla depurazione.

Inoltre un sistema di tubi verticali raccoglie e consente il convogliamento verso l'alto e l'esterno di un particolare tipo di gas, il biogas, ricco di metano e perciò combustibile, che si sviluppa dalla parte organica dei rifiuti interrati (residui vegetali,fanghi ecc.) in assenza di aria. Biogas che viene raccolto con sistemi "a depressione" ed eliminato in torcia ad alta temperatura o trattato in impianti di purificazione per la successiva fase di produzione di energia elettrica mediante motori endotermici.

I rifiuti conferiti in discarica controllata vengono ogni giorno compattati e ricoperti di terreno vegetale per evitare dispersioni per effetto del vento e cattivi odori; periodicamente si procede alla disinfezione per impedire la proliferazione di insetti e piccoli animali.

Continue azioni di monitoraggio e di analisi - basate sul controllo delle acque superficiali e sotterranee, sul percolato, sui rifiuti presi a campione, sulle emissioni gassose - vengono effettuate per garantire un corretto smaltimento nel più assoluto rispetto della tutela ambientale. Infatti, la maggior parte dei rifiuti interrati con il tempo si mineralizza, mentre altre sostanze, quali vetro, ceramica e plastica, restano pressochè¨ inalterate.

La copertura finale dei rifiuti, dopo l'entrata in vigore del Decreto legislativo 36/03, viene eseguita mediante un pacchetto multistrato così costituito (dall'alto verso il basso): strato di copertura in terra di buona qualità; strato drenante in materiale inerte da c. 50; strato minerale costituito da una guaina di HDPE; strato di drenaggio dei gas e di rottura capillare di spessore c. 50; strato di regolarizzazione in argilla.

La copertura così realizzata ha lo scopo di ottenere un buon isolamento dei rifiuti dall'ambiente esterno. Sullo strato di terreno della copertura finale vengono poi eseguite opere di recupero agro-vegetazionale al fine di ottenere un buon inserimento della discarica nell'ambiente circostante.

SCHEMA DI UNA DISCARICA

 Schema di funzionamento di una discarica

1. Falda acquifera
2. Strato impermeabile
3. Collettore di raccolta del percolato
4. Strato di sabbia
5. Pozzetto di raccolta
6. Serbatoio
7. Strati di rifiuti
8. Tubi di captazione del biogas
9. Pozzetto di raccolta del gas
10. Gasdotto
11. Compattatore
12. Torre di combustione
13. Ripristino della superficie della discarica

News


12/05/2017 - Reggio Emilia
Reggio Emilia: partono gli informatori nelle nuove zone [...]


14/04/2017 - Parma
Presentato a Parma FUMETTO il posacenere portatile [...]


13/04/2017 - Parma
Pasqua è in arrivo: vademecum per la raccolta dei rifiuti a Parma [...]


13/04/2017 - Reggio Emilia
Raccolta porta a porta: partono gli informatori Iren a Regina Pacis, Carrozzone, Tondo e Gardenia [...]


04/04/2017 - Parma, Piacenza, Reggio Emilia
Sabato 8 aprile call center Iren non operativi [...]